Crea sito

Andy Rubin abbandona Android

14 marzo 2013

Android Logo

Android, il sistema operativo per smartphone ideato in seno a Google, è un successo: attualmente lo montano 750 milioni di dispositivi ed entro la fine dell’anno si prevede che raggiunga il miliardo.

Tuttavia il suo creatore, Andy Rubin, ha deciso di lasciare la guida della divisione Android in Google, lasciando il posto a Sundar Pichai (attualmente a capo della divisione che si occupa di Chrome e della Apps, incarico che comunque manterrà). Considerati i numeri, è ovvio che non è il mancato raggiungimento degli obiettivi ad aver spinto Rubin a lasciare.

È Larry Page, CEO di Google, a spiegare con un post i motivi dell’addio: «Avendo superato gli obiettivi più folli e ambiziosi sognati per Android e con un gruppo dirigente molto forte, Andy ha deciso che era il tempo di passare il testimone e iniziare un nuovo capitolo in Google». Ciò evidentemente significa che Rubin non lascerà la società di Mountain View, ma si limiterà a spostare i propri interessi verso un’altra area.

Peraltro, Page trova anche il tempo di elogiare ciò che Pichai ha fatto finora: «Sundar ha talento per la creazione di prodotti che sono tecnicamente eccellenti e facili da usare. Farà un lavoro enorme con Android mentre noi lavoriamo per l’evoluzione dell’ecosistema».