Anonymous, violato l’account Twitter

22 febbraio 2013

Anonymous Logo

Negli ultimi giorni sono stati molti gli attacchi degli hacker ad aziende di alto livello, come gli ultimi casi che hanno coinvolto Facebook e Apple, ma a rendere particolare la recente vicenda che ha coinvolto Anonymous è il fatto che lo stesso gruppo si è trovato questa volta dalla parte della vittima. Per chi non conosce Anonymous, è il nome con cui si fa riferimento al fenomeno di Internet che comprende singoli utenti o intere comunità online che agiscono anonimamente in modo coordinato per compiere delle azioni con un significato ben preciso.

La notizie è stata riportata dal sito americano della Bbc, secondo cui giovedì scorso si è verificata la violazione di un account Twitter usato da Anonymous. Sebbene Anonymous fa riferimento non ad una specifica persona, e quindi non sappiamo chi effettivamente è stata la vittima, la fonte riporta come i ‘colleghi’ del noto gruppo Rustle League sono riusciti a ‘rubare’ la password dell’account @Anon_Central, che vanta 160 mila follower, che Anonymous usava per lanciare provocazioni.

Ma non è stato solamente il gruppo Anonymous ad essere stato al centro di attacchi informatici negli ultimi giorni, poichè recentemente anche gli account Twitter di importanti società americane, tra cui Burger King e Jeep, piuttosto che di personaggi famosi come Jeremy Clarkson, sono stati al centro di casi simili. Nel caso di Burger King, nel messaggio che gli hacker hanno twittato per conto della nota azienda, è stato scritto che la società era stata venduta alla concorrente McDonalds.

La ragione per cui è stata vittima Anonymous è probabilmente la debolezza umana“, ha detto Graham Cluley, consulente senior della società di sicurezza Sophos. “Tra le possibili cause vi è la possibilità che hanno usato password corte e facili da indovinare, come aver utilizzato la stessa password in più account o avendo scelto una password che era facile da decifrare. Tutti dovrebbero imparare meglio che la password è fondamentale per la propria sicurezza e prevenire incidenti come questo – se può capitare ad un account gestito da esperti, potrebbe succedere anche a te“, ha proseguito.

In ogni caso, Anonymous ha perso il possesso della password del proprio account Twitter per sole tre ore, secondo quanto riportato dal sito britannico. I proprietari del profilo sono infatti riuscire a rientrare in possesso del codice segreto nel giro di breve tempo, anche se non è stato specificato come.

Si puo’ concludere facendo un collegamento veloce alle parole di Graham Cluey, ossia fare attenzione alle password che scegliamo per tenere al sicuro i nostri dati su internet; perchè una volta che ci viene rubato il codice segreto, la nostra identità viene violata. Il consiglio è quello di non adottare numeri tutti uguali (come il classico 000000) nè fare uso del proprio nome nella password. Potete invece usare password che siano lunghe e contenenti numeri, cifre e caratteri speciali, ancora meglio se alternando i caratteri con lettere maiuscole e minuscole.

Categorie:News Tag: , , , ,


 
Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario