Apple: iTV, voci di lancio a Marzo

15 febbraio 2013

Apple logo

Da quando il titolo subisce cali in Borsa e gli iPhone sono incalzati da concorrenti aggressivi come Samsung, gli occhi sono sempre più puntati sulle strategie future di Apple. Pochi giorni fa, sul palco della Goldmnan Sachs Conference, l’ad Tim Cook ha ribadito che l’azienda investe in innovazione, rispondendo così alle critiche di chi l’accusa di avere perso slancio creativo. A dare sostegno alle sue parole, in queste ore tornano alla ribalta le voci di un apparecchio tv Apple, la cosiddetta iTv, con un evento di lancio a marzo. Ma novità arriverebbero anche dall’iWatch, l’orologio-computer da polso, senza dimenticare le indiscrezioni su un iPhone maxi, uno mini e nuovi iPad.

Del progetto di una tv made in Cupertino se ne parla da almeno un biennio e nel frattempo diversi colossi dell’hi-tech come Samsung, Lg e Sony sono già arrivate sul mercato con le loro smart tv. Senza contare che nel settore dei top box, che trasformano la televisione in un computer collegato alla rete, è entrata anche Google, mentre entro fine anno faranno le loro mosse Intel e Microsoft. Cupertino ha già lanciato nel 2007 un dispositivo da collegare alla tv per fruire i propri contenuti in streaming, ma il prossimo passo, atteso sin da quando c’era ancora Steve Jobs, sarebbe il lancio di un vero e proprio apparecchio televisivo. I rumors di qualche settimana fa parlavano di una tv da 46 e 55 pollici in collaborazione con l’azienda tedesca Loewe. A cui si sono aggiunti in queste ore quelli di Peter Misek, analista di Jefferies e mago delle indiscrezioni, che ha pronosticato un evento di lancio a marzo e l’arrivo sul mercato in autunno

Il sistema operativo dovrebbe essere iOS mentre sarà interessante capire come si evolverà l’ecosistema di contenuti (oltre all’App store e iTunes, Apple potrebbe avere tra le mani accordi con reti televisive Usa e mondiali). Qualche mese fa, Forrester Research aveva sottolineato che l’azienda aveva preso tempo sul progetto perché aveva bisogno di realizzare “qualcosa di differente”.

Ma la roadmap delle novità non finirebbe qui. Apple starebbe lavorando anche ad uno smart-orologio indossabile, in vetro flessibile. Per l’iWatch, secondo Bloomberg, Cupertino avrebbe messo in piedi un team di ben 100 designer, molti hanno lavorato allo sviluppo di iPhone e iPad. Nella lista dei dispositivi dei mesi a venire ci sarebbero – sempre secondo Peter Misek – un iPhone 5S e un iPhone mini in programma a giugno; l’iPad 5 e la seconda generazione di iPad mini, molto probabilmente con display Retina, in dirittura d’arrivo in autunno. Per l’iPhone 6 o maxi (in stile Galaxy S III di Samsung) si parla invece del 2014. Al di là dei dispositivi mobile, sembra dunque che il futuro dell’azienda co-fondata da Steve Jobs si giocherà anche in salotto e sul polso degli utenti. Secondo le previsioni, infatti, l’iTV e l’iWatch presentano una opportunità di differenziazione del portfolio di prodotti che porterebbe anche nuovi introiti. Per Katy Huberty analista di Morgan Stanley, con questi dispositivi l’azienda nel 2013 aumenterà i suoi guadagni di 80 miliardi di dollari.

Categorie:News Tag: , , , , ,


 
Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario