Crea sito

[C++] Introduzione

16 giugno 2012

Come è facile intuire, il linguaggio C++ nasce come  estensione del linguaggio C. In particolare, il C++ conserva tutti i punti di forza del C, come la potenza e la flessibilità di gestione dell’interfaccia hardware e software, la possibilità di programmare a basso livello e l’efficienza, l’economia e le espressioni, tipiche del C.

Il notevole valore aggiunto del  C++ è la programmazione orientata agli oggetti, che rende questo linguaggio una piattaforma ideale per realizzare progetti di grosse dimensioni favorendo l’astrazione dei problemi e l’uso dei modelli di programmazione più moderni.

L’obiettivo di questa guida non è tanto quello di fornire una descrizione approfondita di tutte le potenzialità della programmazione ad oggetti, ma più semplicemente quello di fornire una panoramica sul C++ che permetta rapidamente di essere pronti a scrivere applicazioni. Successivamente sarà inoltre possibile approfondire le proprie conoscenze attraverso altre guide.


 

Cos’è la programmazione ad oggetti?

La programmazione orientata agli oggetti (OOP, Object Oriented Programming) è un paradigma di programmazione che permette di definire oggetti software in grado di interagire gli uni con gli altri attraverso lo scambio di messaggi. È particolarmente adatta nei contesti in cui si possono definire delle relazioni di interdipendenza tra i concetti da modellare (contenimento, uso, specializzazione). Un ambito che più di altri riesce a sfruttare i vantaggi della programmazione ad oggetti è quello delle interfacce grafiche.

Alcuni vantaggi della programmazione orientata agli oggetti:

  • fornisce un supporto naturale alla modellazione software degli oggetti del mondo reale o del modello astratto da riprodurre;
  • permette una più facile gestione e manutenzione di progetti di grandi dimensioni;
  • l’organizzazione del codice sotto forma di classi favorisce la modularità e il riuso del codice.

 

 



 
Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario