Crea sito

Archivio

Posts Tagged ‘FBI’

FBI: riconoscimento facciale per tutti

10 settembre 2012 Commenti chiusi

A Quantico fanno sul serio quando si tratta di riconoscimento facciale, e ora il bureau USA ha annunciato l’intenzione di dare il via a un progetto di rastrellamento delle immagini di volti dei criminali da inserire in un apposito database biometrico consultabile a piacimento.

Dal costo stimato di 1 miliardo di dollari, il database dei volti è parte integrante del piano noto come Next-Generation Identification (NGI), ovverosia un corposo “upgrade” al vecchio sistema di identificazione degli individui pericolosi basato sulle impronte digitali.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , ,

Scongiurato il Lunedì nero del Web

10 luglio 2012 Commenti chiusi

E’ stato evitato il lunedì nero del Web. Il numero dei computer infettati dal virus Dns Changer e disconnessi da internet dopo lo spegnimento di un server dell’Fbi che li “teneva in vita” è stato inferiore al previsto. Sembra inoltre che anche, chi è rimasto senza connessione, sia riuscito a risolvere il problema abbastanza velocemente.

Più di 277mila PC in tutto il mondo, oltre 26mila in Italia, fino ad ora collegati alla rete grazie ad un server temporaneo messo a disposizione dall’Fbi, rischiavano di restare disconnessi a causa dello spegnimento del server stesso, annunciato giorni fa. In Italia sono rimasti offline 17mila dei 26mila computer a rischio, ma anche i più sfortunati non dovrebbero aver avuto eccessivi problemi a causa dell’assistenza fornita dal sito del Dns Working Group.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , , , , ,

9 Luglio 2012: il giorno del giudizio del Web?

6 luglio 2012 Commenti chiusi

 

La data da tenere d’occhio è Lunedì 9 Luglio. Quello che i catastrofisti chiamano “il giorno del giudizio Web“, meglio noto in inglese come doomsday. Il motivo di tanto allarmismo? Molti computer, anche italiani, potrebbero rimanere offline. Il 9 Luglio, infatti, l’Fbi metterà fuori uso i server utilizzati per reindirizzare il traffico degli utenti colpiti dal malware Dns Changer, diffuso nel 2007 e che ha contagiato 4 milioni di computer nel mondo, come spiega il Washington Post.

La storia di questo virus pare essere in procinto di risolversi. Dopo aver annunciato in novembre l’arresto dei sette responsabili della sua diffusione, pizzicati in Russia e poi estradati negli Usa, l’Fbi aveva risolto temporaneamente il problema sostituendo i server controllati dai malfattori.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , , ,
 
Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario