Crea sito

Archivio

Posts Tagged ‘hacker’

Il malware Zeus torna su Facebook

6 giugno 2013 Commenti chiusi

Facebook Logo

Una vecchia conoscenza del cyber-crimine russo è recentemente tornata in piena attività, prendendo di mira gli utenti di Facebook e alcune fanpage contenenti link malevoli. Seguendo gli URL, denunciano gli esperti di sicurezza, i più sprovveduti finiscono con la macchina infettata da una variante del malware Zeus.

Strumento privilegiato in mano alla famigerata banda di cyber-criminali Russian Business Network, il malware resta dormiente finché l’utente del PC infetto non accede al proprio account bancario: a quel punto le credenziali di accesso vengono trafugate e trasferite ai server remoti controllati dai criminali.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , , , , ,

Hacker cinesi di nuovo all’attacco

21 maggio 2013 Commenti chiusi

Virus informatico

Avevano suscitato clamore e preoccupazione inserendosi nei sistemi di quotidiani, aziende e istituzioni statunitensi e ora, dopo una pausa seguita alle polemiche scatenate dalle loro attività, gli “hacker” cinesi sono tornati più che mai attivi nella loro opera di compromissione, installazione di backdoor e furto di ogni genere di dati e informazioni sensibili.

A comunicare il ritorno alla (quasi) piena operatività degli “attivisti” è ancora una volta Mandiant, la società autrice del rapporto che lo scorso febbraio aveva accusato di hacking/cracking anti-USA l’Unità 61398 dell’esercito cinese.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , , , ,

La vendetta di Anonymous

20 maggio 2013 Commenti chiusi

Anonymous Logo

Sul blog ufficiale di Anonymous Italia, divisione tricolore del celebre collettivo hacker ha rivendicato l’offensiva informatica contro il sito tribunale.roma.it, reso irraggiungibile in risposta all’operazione Tango Down coordinata dalla Procura capitolina. “Qui è dove li bloccheremo! Qui è dove li combatteremo!” – si legge nel post pubblicato su anon news – “Pensate di averci tagliato la testa? Siamo ancora vivi e continueremo a seguire i nostri ideali”.

Ai presunti vertici della fazione tricolore di Anonymous, quattro giovani smanettoni sono finiti in manette, indicati come i principali responsabili di svariate offensive cibernetiche contro i siti del Vaticano, del Governo, della Polizia Postale. Secondo gli investigatori, i quattro personaggi arrestati avrebbero sfruttato il marchio anonimo non soltanto per perseguire le istanze del movimento, ma anche per fini esclusivamente personali.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , ,

Operazione Tango Down, Anonymous italiani in manette

17 maggio 2013 Commenti chiusi

Anonymous Logo

Coordinata dalla Procura di Roma, l’operazione Tango Down avrebbe abbattuto il nemico hacktivista, con un’ondata di arresti e perquisizioni in numerose città italiane. Gli ufficiali del Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC) della Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno infatti condotto una guerra lampo contro la divisione italiana del celebre collettivo di cyberdissidenti Anonymous.

Nei dettagli circolati questa mattina, gli agenti della Postale avrebbero smantellato la più nota organizzazione di pirati informatici, responsabile di svariate offensive cibernetiche contro i siti del Vaticano, del Governo, della Polizia Postale stessa. Sarebbero in corso decine di perquisizioni in tutta Italia, da Roma a Lecce. Gli agenti avrebbero inoltre arrestato quattro persone indicate come il vertice locale di Anonymous.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , ,

Microsoft: troppi PC senza antivirus

21 aprile 2013 Commenti chiusi

Microsoft - Logo

Ogni giorno un grave pericolo informatico s’affaccia alla rete mondiale, e quel pericolo è l’utente stesso: lo sostiene la nuova versione del Security Intelligence Report di Microsoft (SIRv14), rapporto sui dettagli e i trend delle minacce IT che si rifà alla seconda metà dell’anno 2012.

Fra i dati messi assieme dal SIR spicca infatti il 24 per cento dei PC privi di antivirus, antimalware o di qualsiasi altra protezione contro i pericoli informatici provenienti dalla rete e non solo: in media, si sostiene nel SIR, questi PC non protetti hanno una possibilità 5,5 volte superiore di essere colpiti da infezioni virali o da qualcosa di molto peggio come botnet, backdoor e infezioni complesse multi-componente.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , , , ,

Gli hacker puntano allo Spazio

15 aprile 2013 Commenti chiusi

Virus informatico

Un tempo erano gli astronauti a guardare allo spazio, al massimo i più romantici. In tempi in cui la tecnologia arriva dappertutto succede che a guardare oltre il cielo oggi siano gli hacker ai quali, evidentemente, non basta più il globo terrestre. La notizia arriva dagli organizzatori della “17th International Space Conference” che si terrà a Roma dall’8 al 10 di maggio 2013.

La nuova frontiera del terrorismo cibernetico sembra essere proiettata oltre la fascia terrestre visti gli obiettivi di valore che essa contiene. La nuova minaccia sarà presentata tra circa un mese da 300 esperti di sicurezza informatica provenienti dalle principali agenzie internazionali come la Nasa, Esa, Asi e Arianespace. Saranno presenti anche componenti del Parlamento e della Commissione Europea per discutere del tema The impact of space weather and space exploitation on modern society – Hazard’s forecasting, prevention, mitigation and insurance at International level”; in pratica si parlerà dei pericoli della cyberwar sotto vari profili tra cui quello tecnologico, economico e politico.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , , ,

Un hacker di LulzSec si dichiara colpevole

10 aprile 2013 Commenti chiusi

Virus informatico

Un pirata informatico inglese di 26 anni, Ryan Ackroyd, ha ammesso di essere colpevole: l’accusa era di aver preso parte a una campagna di incursioni sul web. Ha inoltre dichiarato di aver fatto parte del gruppo di hacker LulzSec. La sentenza è prevista per il mese prossimo.

Ryan Ackroyd ha affermato di aver contribuito agli attacchi contro siti internet che includono Sony, Nintendo, News International e l’Arizona State Police. Durante le operazioni impiegava il nome Kayla. Ha detto di aver violato le mura digitali per acquisire dati riservati e di aver indirizzato i navigatori online verso altre destinazioni sul web allestite in precedenza dai pirati. Avendo riconosciuto le sue responsabilità non dovrà spiegare quali sono state le motivazioni delle incursioni e non dovrà rispondere di altri tre capi d’imputazione.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , ,

Attacco di Anonymous fa “flop”

7 aprile 2013 Commenti chiusi

Anonymous Logo

Anonymous questa volta ha fatto un mezzo “flop”. Almeno secondo quanto dichiarano autorità e media israeliani. Certo è che l’annunciato attacco cybernetico del celebre gruppo di hacker contro i siti Internet israeliani – in sostegno alla lotta palestinese – non è riuscito a “cancellare” dal web lo Stato ebraico ma solo a mettere fuori uso per un po’ alcuni siti web, più o meno importanti. Yitzhak Ben Yisrael, dell’Ufficio nazionale cibernetico del governo – citato da Ynet – ha detto che “gli hackers hanno generalmente mancato di abbattere i siti chiave”. “Anonymous non ha le capacità di danneggiare le infrastrutture vitali del paese”, ha aggiunto Ben Yisrael sottolineando che l’intenzione del gruppo di hackers era “creare rumore nei media sui temi a lui più vicini”.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: ,