Crea sito

Archivio

Posts Tagged ‘Java’

JDownloader, multa per presunta pirateria

29 giugno 2013 Commenti chiusi

JDownloader Logo

JDownloader è un download manager piuttosto famoso e apprezzato; scritto in Java e open source, dispone di varie caratteristiche che lo rendono ottimo per scaricare anche dai siti di file hosting. In questi giorni si è trovato al centro di una controversia legale a causa di una sentenza della Corte regionale di Amburgo, in Germania. Inizialmente, pareva che il tribunale avesse deciso di bandire il suo uso da tutta la Germania; poi la questione si è ridimensionata, ma resta comunque grave.

Per capire da dove nascano i problemi occorre comprendere il modello di sviluppo open source seguito da Appwork, l’azienda che presiede al lavoro su JDownloader. Dato che si tratta di software a sorgente aperto, sono molti e diversi i collaboratori che contribuiscono a far crescere il programma; gli sviluppatori che contribuiscono da più tempo, poi, hanno una “corsia preferenziale” che permette loro di sottoporre le modifiche e vederle integrate anche nella versione stabile molto rapidamente. In tal modo la correzione dei bug avviene in tempi ridotti e le patch raggiungono velocemente milioni di utenti.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , ,

Microsoft e Oracle insieme per i servizi cloud

25 giugno 2013 Commenti chiusi

Cloud

Microsoft e Oracle annunciano l’avvio di una nuova partnership all’insegna del cloud computing, un accordo che porta il software Oracle sulle piattaforme cloud di Redmond con tanto di certificazioni e supporto garantito. Ne beneficeranno i clienti, assicura Microsoft.

L’intesa è di quelle importanti, non a caso annunciate in una conference call dal dinamico duo Steve Ballmer (CEO Microsoft) e Mark Hurd (presidente Oracle): il software Oracle è ora certificato ufficialmente per girare su Windows Server, piattaforma Azure e sotto ipervisore “cloud” Hyper-V di Microsoft, così come Oracle Linux entra a far parte dei sistemi operativi supportati sui server virtuali gestiti dal succitato Hyper-V.

Prosegui la lettura…

Anche Microsoft sotto attacco hacker

23 febbraio 2013 Commenti chiusi

Microsoft - Logo

Si allunga l’elenco delle grandi aziende e dei grandi marchi che sono sotto attacco hacker, si è partiti dal social network Twitter, passando per Facebook ed infine i computer Mac dei dipendenti Apple.

L’ultimo grande marchio in ordine di tempo sembra essere la Microsoft, anch’essa raggiunta dagli hacker e sempre attraverso una falla di Java, colpiti alcuni computer dei dipendenti dell’azienda attraverso la rete ma per ora senza nessuna conseguenza riguardante dati importanti ne tantomeno riguardanti la privacy dei clienti.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , , , ,

Java, update d’emergenza

4 febbraio 2013 Commenti chiusi

Java Logo

La virtual machine più attaccabile del momento è ora un po’ più sicura: Oracle ha distribuito il nuovo aggiornamento cumulativo di Java (Critical Patch Update o CPU), rilasciando l’update in anticipo sui tempi già previsti e chiudendo (augurabilmente) un gran numero di vulnerabilità gravi.

L’update è stato distribuito come Java 7 Update 13 e Java 6 Update 39, e in quest’ultimo caso coincide con il “fine vita” della versione meno recente della virtual machine: ben cinquanta le vulnerabilità corrette, 49 riguardanti una potenziale esecuzione di codice malevolo da remoto e 26 (più del 50 per cento) classificate con il massimo del valore (10) di CVSS (Common Vulnerability Scoring System).

Oracle spiega di aver distribuito l’aggiornamento un paio di settimane in anticipo sulla data impostata in precedenza, così da “accelerare la distribuzione di fix per Java”, incrementare la sicurezza del runtime Java (Java Runtime Environment o JRE) sui browser per computer e soprattutto per chiudere una falla zero day già attivamente sfruttata online dai cyber-criminali.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , ,

Patch di emergenza per Java e Internet Explorer

14 gennaio 2013 Commenti chiusi

Java Logo

Tanto tuonò che piovvero patch: messa alle strette da un allarme andato oltre il livello di guardia, Oracle si è trovata costretta a rilasciare un nuovo aggiornamento per la virtual machine Java (ex-Sun) al di fuori dei suoi tradizionali “cicli” di update del software. Stessa cosa capitata a Microsoft per IE, anche se in questo caso il problema era meno esteso.

La nuova release di Java risolve un paio di vulnerabilità recentemente venute alla ribalta, conferma Oracle, compresa la falla zero day scoperta pochi giorni or sono e distribuita dai gruppi di cyber-criminali come modulo all’interno dei pacchetti di “crimeware” più popolari.

L’update dovrebbe inibire l’esecuzione di codice malevolo da remoto, dice ancora Oracle, e per l’occasione la società ha deciso di modificare le impostazioni di sicurezza della VM così da rendere più difficile l’esecuzione di pacchetti .jar (il formato di distribuzione di applet Java sul web) non autorizzati.

Prosegui la lettura…

[Java] Il primo programma

19 luglio 2012 Commenti chiusi

Diamo subito uno sguardo alla classica applicazione “Hello World“. In questo modo inizieremo a familiarizzare con la sintassi e con qualche concetto fondamentale come quello di classe e di metodo. Vedremo anche come compilare e come mandare in esecuzione il nostro mini programma che stamperà a video il famigerato messaggio “Hello World!”.

class HelloWorld
{
public static void main(String args[])
{
System.out.println(“Hello World!”);
}
}

Prosegui la lettura…

Categorie:Java Tag: , , ,

[Java] Ambiente di sviluppo

19 luglio 2012 Commenti chiusi

Per scrivere un programma Java, abbiamo bisogno, in primo luogo, di un programma che ci permetta di scrivere del testo, ovvero di un Text Editor (come ad esempio il NotePad di Windows, l’Edit del Dos, o il Vi di Unix). Abbiamo quindi bisogno di un compilatore e di una Java Virtual Machine capace di interpretare il byte code generato dalla compilazione del codice Java. In questo corso utilizzeremo il famoso Java Development Kit, scaricabile gratuitamente dal sito www.java.sun.com, con le relative note di installazione e documentazione, che ci offre sia un compilatore, che un ambiente interpretato per permetterci di lavorare in modo completo.

Il J.D.K. implementa infatti una suite di applicazioni, come un compilatore, una J.V.M., un formattatore di documentazione, una J.V.M. per interpretare applet e così via. Si possono scaricare diverse versioni di questo software, ovviamente scaricate la più recente.

Esistono poi anche ambienti di sviluppo visuali che integrano Text Editor, compilatore, ed interprete come JBuilder della Borland, Visual Cafè della Symantec, Visual Age for Java della IBM o Forte for Java della stessa Sun. Ognuno di questi strumenti favorisce di sicuro una velocità di sviluppo maggiore, ma per quanto riguarda il periodo di apprendimento del linguaggio, ma per iniziare è preferibile scrivere tutto il codice senza aiuti da parte di questi strumenti, per non correre il rischio di non raggiungere una conoscenza “seria” del linguaggio di programmazione.

Prosegui la lettura…

Categorie:Java Tag: , ,

[Java] Caratteristiche del linguaggio

4 luglio 2012 Commenti chiusi

Java ha alcune importanti caratteristiche che permetteranno a chiunque di apprezzarne i vantaggi.

  • Sintassi: è simile a quella del C e del C++, e questo non può far altro che facilitare la migrazione dei programmatori da due tra i più importanti ed utilizzati linguaggi esistenti. Chi non ha familiarità con questo tipo di sintassi può inizialmente sentirsi disorientato e confuso, ma ne apprezzerà presto l’eleganza e la praticità.
  • Gratuito: per scrivere applicazioni commerciali non bisogna pagare licenze a nessuno. Sun ha sviluppato questo prodotto e lo ha migliorato usufruendo anche dell’aiuto della comunità “open-source”.
  • Robustezza: essa è derivante soprattutto da una gestione delle eccezioni chiara e funzionale, e ad un meccanismo automatico della gestione della memoria (Garbage Collection) che esonera il programmatore dall’obbligo di dover deallocare memoria quando ce n’è bisogno. Inoltre il compilatore Java, è molto “severo”. Il programmatore è infatti costretto a risolvere tutte le situazioni “poco chiare” , garantendo al programma maggiori chance di corretto funzionamento.

Prosegui la lettura…

Categorie:Java Tag: , ,