Crea sito

Archivio

Posts Tagged ‘Motorola’

Xbox 360 non viola i brevetti Motorola

24 maggio 2013 Commenti chiusi

Motorola Logo

L’International Trade Commission (ITC) ha finalmente emanato il suo giudizio definitivo sulla questione dei brevetti di Xbox 360 sollevata da Motorola-Google, e si tratta di un giudizio che dà pienamente ragione a Microsoft: la console videoludica non viola alcun brevetto di Motorola.

La decisione dell’ITC riprende quella preliminare del giudice David Shaw, mettendo fine a una contesa protrattasi per tre anni e aperta ancora prima dell’acquisizione di Motorola da parte di Google: l’accusa aveva chiesto la messa al bando di Xbox e il pagamento di ben 4 miliardi di dollari di royalty per i brevetti presumibilmente violati, ora l’ITC ha deciso che Motorola-Google non ha diritto né all’una né all’altro.

Prosegui la lettura…

Google apre i suoi brevetti al software libero

29 marzo 2013 Commenti chiusi

Google Logo

Molte guerre si risolverebbero grazie ad atti di buona volontà unilaterali. Nella guerra dei brevetti, senza morti ma cruenta, questo atto di buona volontà sembra arrivare da Google. Il motore di ricerca annuncia di “prendere posizione su software libero e brevetti”, giurando che non citerà in giudizio titolari di prodotti open source per rivendicare brevetti specifici, a meno che non sia attaccata per prima. Si riserva, insomma, la legittima difesa, ma nessuna iniziativa autonoma.

Questa politica si chiama “Patent Non-Assertion Pledge” e sarà inizialmente applicata a 10 brevetti relativi a MapReduce, un modello per l’elaborazione di grandi quantità di dati. BigG si è dunque impegnata a non portare in tribunale qualsiasi utente, distributore, o sviluppatore di software open-source basati su brevetti riferiti a MapReduce.

Le ragioni le spiega Duane Valz, consulente brevetti per Google, in un post sul blog: “Crediamo che i sistemi aperti siano vincenti. Il software open-source è stato alla base di molte innovazioni nel cloud computing, nel web mobile, e in Internet in generale. E nel solco di questa convinzione ci impegniamo a un Internet aperto, che protegga la vera innovazione e continui a fornire ottimi prodotti e servizi”.

Prosegui la lettura…

Il telefono cellulare compie 40 anni

2 gennaio 2013 Commenti chiusi

Telefono

Quest’anno si celebrano i 40 anni del telefono cellulare. Ebbene sì, sono trascorsi ben otto lustri da quel 3 aprile 1973 quando Martin Cooper, allora ingegnere di Motorola, ha inventato il primo prototipo di questo apparecchio.

E proprio lui fece la prima chiamata in mobilità camminando per la Sesta Strada di New York: proprio sotto all’ufficio del rivale Joel Engel, un ricercatore degli allora prestigiosi Bell Labs.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: ,

I flop tecnologici del 2012

28 dicembre 2012 Commenti chiusi

Tasto Non mi piace

Nel momento dei consuntivi di fine anno i siti di informazione tecnologica, a partire da Wired Us , stanno sottolineando i peggiori flop del 2012.

Il giudizio di “epic fail” cade sulle mappe di Apple , che in ambiente iOS6 (l’ultimo sistema operativo degli smartphone e tablet di Cupertino) hanno soppiantato le collaudate Google Maps, con un servizio ben al di sotto del precedente.

Altra caduta è quella della Rim, che ha visto i conti precipitare a capofitto verso il baratro, dopo che il pluriannunciato Blackberry 10, interamente “touch”, non ha ancora visto la luce. Lo smartphone dovrebbe essere presentato nei primi mesi del 2013; ma troverà spazi di mercato tra Samsung Android e iPhone (iOS), mentre il gigante Google ha di recente acquisito la Motorola proprio per entrare nella competizione?

Prosegui la lettura…

Google annuncia nuovi tagli a Motorola

7 ottobre 2012 Commenti chiusi

Si sapeva che l’acquisizione di Motorola Mobility da parte di Google non sarebbe stata indolore. L’azienda di Mountain View aveva infatti già annunciato che dopo il completamento dell’operazione avrebbe condotto un’analisi accurata della nuova controllata e, in conseguenza, avrebbe potato i rami secchi.

Ora Google ha informato la SEC che, a seguito di un ulteriore studio, sono state individuate ulteriori aree – al di fuori degli USA – da sottoporre a ristrutturazione e tagli di personale.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: ,
 
Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario