Crea sito

Archivio

Posts Tagged ‘supercomputer’

La Cina torna in testa nella classifica dei migliori supercomputer

18 giugno 2013 Commenti chiusi

Supercomputer

La nuova classifica Top500 incorona ancora una volta una macchina cinese come supercomputer più veloce al mondo, primato che la Cina riconquista dopo l’exploit del 2010 distanziando la concorrenza con livelli prestazionali da assoluto primato.

Tianhe-2, questo il nome del nuovo supercomputer cinese, è stato sviluppato dalla National University of Defense Technology e diventerà operativo (alla fine del 2013) in anticipo di due anni sui tempi previsti. Una vera e propria sorpresa, insomma, che con i suoi 33,86 PetaFLOPS misurati dal benchmark Linpack ottiene una performance più che doppia rispetto al supercomputer più potente della scorsa classifica Top500.

Prosegui la lettura…

Il supercomputer Roadrunner va verso la pensione

2 aprile 2013 Commenti chiusi

Supercomputer

Si intravede il capolinea per Roadrunner, il supercomputer che nel 2009 rappresentava il non plus ultra del calcolo ad alte performance (HPC) ma che oggi non fa che rubare spazio a discendenti molto più performanti ed efficienti presso il Los Alamos National Laboratory negli Stati Uniti.

Roadrunner è stato il primo supercomputer a raggiungere la classe petaFLOPS – un milione di miliardi di calcoli in virgola mobile al secondo – con un’architettura ibrida ideata da IBM e composta da 12.960 processori PowerXCell 8i – versione custom della stessa CPU Cell usata da Sony su PlayStation 3 – e 6.480 processori dual-core Opteron (AMD) accanto a 114 terabyte di memoria e 1,09 milioni di terabyte di storage.

Proprio questa sua caratteristica ibrida ha rappresentato un’idea pionieristica, dicono ora i responsabili della divisione HPC di Los Alamos, visto che “Roadrunner ha dato occasione a tutti di pensare a nuovi modi di realizzare un supercomputer” e che i nuovi sistemi includono “processori specializzati” nella stessa maniera del supercomputer di Big Blue.

Prosegui la lettura…

Supercomputer, gli USA tornano in vetta alle classifiche

19 giugno 2012 4 commenti

Dopo la breve parentesi cinese e il glorioso interregno del Sol Levante, l’ultima classifica top 500 torna a incoronare un sistema statunitense come il supercomputer più potente esistente al mondo. Il nuovo super-sistema si chiama Sequoia, arriva da lontano ed è realizzato da IBM. Neanche a dirlo, fa girare Linux.

Sequoia è basato su processori Power BQC a 16 core con clock a 1,6 GHz e processo produttivo a 45 nanometri, per un totale di 1,5 milioni di core di computazione e un peso totale stimato nell’equivalente di 30 elefanti. Le performance raggiunte dal mastodonte sono di 16,3 petaFLOPS, vale a dire più del 150 per cento di quelle ottenute in precedenza dal supercomputer modulare giapponese “K” (10,5 petaFLOP).

Costruito nei pressi del Lawrence Livermore National Laboratory e raffreddato interamente a liquido, Sequoia rappresenta in qualche modo la “rivincita” di IBM e della sua storica architettura di supercomputer BlueGene: nella precedente classifica Top500 Big Blue era assente dai primi 10, mentre nella nuova lista ce ne sono addirittura quattro.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , , , ,
 
Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario