Crea sito

Archivio

Posts Tagged ‘Twitter’

Un bug diffonde sei milioni di dati di Facebook

22 giugno 2013 Commenti chiusi

Facebook Logo

Un errore in un software ha agevolato la diffusione di sei milioni dei dati personali di iscritti a Facebook. Ad annunciarlo è la stessa azienda californiana, che spiega di aver allertato le autorità negli Stati Uniti, Canada ed Europa e che non ci sono prove che il bg sia stato utilizzato per un’”intrusione maligna”. Intanto, sembra aver riscontrato il favore degli utenti il rilascio della funzione video su Instagram: nelle prime 24 ore di lancio sono state caricate 5 milioni di clip.

Il baco dovuto ad un errore tecnico si è diffuso tramite uno strumento che consente di aggiornare la propria lista di contatti o di indirizzi su Facebook. In particolare, sarebbe legato ad una funzione che elabora le agende dei contatti per dare segnalazioni di possibili nuove amicizie. È stato eliminato in 24 ore, troppo tardi però per evitare la dispersione dei dati personali.

Prosegui la lettura…

Twitter arriva nelle pubblicità televisive

23 aprile 2013 Commenti chiusi

Twitter Logo

Dopo la radio, annusa la tv. Twitter, il microblog del momento, che qualche giorno fa aveva lanciato il suo servizio “Music”, ha firmato un’alleanza da centinaia di migliaia di dollari con una delle maggiori società di inserzioni pubblicitarie. E’ un passo storico quello del social network nel tradizionale settore televisivo, che testimonia di un cambiamento di abitudini degli utenti tv: il Financial Times, nel dare la notizia dell’accordo, annota come stiano aumentando la persone che restano connesse ai social netwrk, mediante i vari dispositivi mobili che lo consentono, mentre guardano programmi televisivi.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , ,

Debutta Twitter #music

19 aprile 2013 Commenti chiusi

Twitter Logo

Dopo i video, Twitter guarda ai brani di cantautori e band: il social network ha appena varato Twitter #music, dove gli iscritti possono esplorare e condividere gli interessi di altri utenti nella rete sociale online. È un immenso juke-box e costruisce un palcoscenico anche per gli artisti emergenti. Metà del pubblico di Twitter segue almeno un musicista. All’inizio dell’anno aveva debuttato Vine per registrare brevi filmati fino a 6 secondi.

Twitter #music è accessibile da web attraverso la cornice di un browser. È stato lanciato inoltre come applicazione software disegnata per iPhone a partire da sei nazioni (Australia, Canada, Irlanda, Regno Unito, Stati Uniti, Nuova Zelanda). Arriverà in seguito anche su Android. Nel momento in cui viene scritto questo articolo risulta raggiungibile sul web dall’Italia, ma non è ancora operativo.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: ,

Anonymous, violato l’account Twitter

22 febbraio 2013 Commenti chiusi

Anonymous Logo

Negli ultimi giorni sono stati molti gli attacchi degli hacker ad aziende di alto livello, come gli ultimi casi che hanno coinvolto Facebook e Apple, ma a rendere particolare la recente vicenda che ha coinvolto Anonymous è il fatto che lo stesso gruppo si è trovato questa volta dalla parte della vittima. Per chi non conosce Anonymous, è il nome con cui si fa riferimento al fenomeno di Internet che comprende singoli utenti o intere comunità online che agiscono anonimamente in modo coordinato per compiere delle azioni con un significato ben preciso.

La notizie è stata riportata dal sito americano della Bbc, secondo cui giovedì scorso si è verificata la violazione di un account Twitter usato da Anonymous. Sebbene Anonymous fa riferimento non ad una specifica persona, e quindi non sappiamo chi effettivamente è stata la vittima, la fonte riporta come i ‘colleghi’ del noto gruppo Rustle League sono riusciti a ‘rubare’ la password dell’account @Anon_Central, che vanta 160 mila follower, che Anonymous usava per lanciare provocazioni.

Ma non è stato solamente il gruppo Anonymous ad essere stato al centro di attacchi informatici negli ultimi giorni, poichè recentemente anche gli account Twitter di importanti società americane, tra cui Burger King e Jeep, piuttosto che di personaggi famosi come Jeremy Clarkson, sono stati al centro di casi simili. Nel caso di Burger King, nel messaggio che gli hacker hanno twittato per conto della nota azienda, è stato scritto che la società era stata venduta alla concorrente McDonalds.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , , , ,

Twitter e Facebook, svolta eCommerce

12 febbraio 2013 Commenti chiusi

Facebook Twitter

Il passerotto porta nel becco banconote, mentre la grande F una hub per inviare denaro. Twitter e Facebook scoprono nelle stesse ore un interesse verso l’economia, con due iniziative diverse. Che ampliano decisamente le vocazioni mediatiche dei due servizi, e li rendono strumenti al servizio del commercio elettronico e della circolazione di valuta. Cosa succede?

Twitter ha appena lanciato uno speciale hashtag, in collaborazione con American Express. Di fatto il social network si trasforma in una sorta di “carrello” attraverso l’uso di questa parola chiave, riservata agli utenti del servizio AmexSync della carta di credito, già attivo da qualche tempo su altri social. Digitando lo speciale hashtag richiesto nei tweet commerciali, di fatto un vero e proprio pin, l’utente di Twitter comunicherà a @AmexSync di voler acquistare un dato prodotto.

Il servizio risponderà quindi con un tweet di conferma contenente un hastag specifico, che l’utente dovrà twittare. A quel punto arriverà un’email in cui si informa l’utente che il prodotto scelto è in fase di acquisto e che ci sono 15 minuti per confermare l’intenzione espressa col tweet. Dopo la conferma, il prodotto viene acquistato e se si tratta di un oggetto fisico, spedito all’indirizzo dell’intestatario della carta American Express. Per utilizzare il servizio sarà necessario collegare la propria carta Amex all’account Twitter.

Prosegui la lettura…

Google sorpassa Twitter e insidia Facebook

28 gennaio 2013 Commenti chiusi

Google Logo

Due piccioni con una fava, o meglio dire con un’azienda. Secondo l’ultimo rapporto del Global Web Index riferito all’quarto trimestre del 2012, Google ha piazzato due dei suoi prodotti in seconda e terza posizione sul podio virtuale dei più importanti social network. Dietro all’inarrivabile Facebook ci sono adesso Google Plus e YouTube che hanno scalzato Twitter dalla seconda posizione, facendolo scivolare fino alla quarta. Google è risorta dalle ceneri raggiungendo 343 milioni di utenti attivi, il 27% dei totali che fanno social networking, un balzo che solo qualche mese fa sembrava impossibile.

Con i suoi 693 milioni di utenti attivi, Facebook viaggia su altri binari con una crescita stimata del 33%. Chiaramente Google Plus ha solo da migliorare vista la più giovane età e l’assenza di alcune caratteristiche che negli anni hanno fatto la fortuna del re dei social network (non ultime le app per smartphone). Secondo la relazione gli utenti che utilizzano attivamente YouTube sono poco meno di 300 milioni, quanto basta per superare i 288 milioni di Twitter. La piattaforma di microblog però detiene un importante primato: Twitter è infatti il social network che più di altri è cresciuto a livello mondiale tra il secondo trimestre del 2012 e il quarto dello stesso anno. Tradotto in numeri vuol dire +40% di utenti attivi e circa il 90% della popolazione internet mondiale. Come detto la ricerca si basa sul numero di utenti attivi, coloro cioè che su base periodica interagiscono con le piattaforme prese in considerazione.

Prosegui la lettura…

Mega, ostruzionismo radiofonico

17 gennaio 2013 Commenti chiusi

MegaUpload Logo

Mancano ormai pochi giorni alla sua rinascita digitale, ad un anno dal raid statunitense che l’aveva abbattuta per violazione massiva del diritto d’autore. La celebre piattaforma di file hosting Megaupload sembra però faticare nella fase di promozione pubblicitaria, ostacolata in maniera silente dalle potenti major discografiche.

In un primo cinguettio su Twitter, il founder Kim Dotcom ha puntato il dito contro i responsabili di Mediaworks – uno tra i principali broadcaster neozelandesi, gestore di dieci stazioni radiofoniche – che avrebbero deciso di invalidare un precedente accordo con il cyberlocker, evitando così di trasmettere i vari spot radiofonici preparati in vista del lancio di Mega.

In un secondo micropost, lo stesso Dotcom ha puntato il dito contro le major del disco, accusate di aver esercitato pressioni su Mediaworks per boicottare la campagna pubblicitaria. “Ancora una volta – ha continuato il boss del file hosting – le grandi etichette abusano del loro potere”. (M.V.)

E gli Zuckerberg scoprirono la privacy

30 dicembre 2012 Commenti chiusi

Famiglia Zuckerberg

Né denaro, né successo possono salvare dalla regola della gaffe: quando cerchi di rimediarla, puoi solo peggiorare la situazione. Ne sa qualcosa Randi Zuckerberg, sorella del fondatore di Facebook, che ha scoperto di essere stata vittima sul social network di famiglia di una violazione della privacy.

Giovedì scorso Callie Schweitzer, direttrice marketing di Vox Media, ha postato su Twitter una foto natalizia degli Zuckerberg, dove si vede Randi stappare una bottiglia di spumante, Mark nell’angolo, appoggiato alla cucina, e i parenti sorridere. Appena la web-imprenditrice si è accorta della presenza dell’immagine online, ha chiesto spiegazioni a Schweitzer, accusandola di un gesto “uncool” (da “sfigata”).

Come è possibile che una foto pubblicata sulla propria pagina Facebook sia finita sull’account Twitter di una sconosciuta? Domanda più che legittima, se solo non arrivasse dalla sorella ed ex collega del nemico numero 1 della privacy. Randi — che come un utente qualsiasi dimostra di non sapersi orientare tra le complicate e mutevoli regole Facebook sul trattamento dei dati personali — è caduta in uno degli errori più comuni per chi frequenta la piattaforma: credere che le proprie foto siano visibili “solo agli amici” e scoprire che, invece, possono vederle anche gli “amici degli amici”.

Prosegui la lettura…