Crea sito

Archivio

Posts Tagged ‘Youtube’

Un bug diffonde sei milioni di dati di Facebook

22 giugno 2013 Commenti chiusi

Facebook Logo

Un errore in un software ha agevolato la diffusione di sei milioni dei dati personali di iscritti a Facebook. Ad annunciarlo è la stessa azienda californiana, che spiega di aver allertato le autorità negli Stati Uniti, Canada ed Europa e che non ci sono prove che il bg sia stato utilizzato per un’”intrusione maligna”. Intanto, sembra aver riscontrato il favore degli utenti il rilascio della funzione video su Instagram: nelle prime 24 ore di lancio sono state caricate 5 milioni di clip.

Il baco dovuto ad un errore tecnico si è diffuso tramite uno strumento che consente di aggiornare la propria lista di contatti o di indirizzi su Facebook. In particolare, sarebbe legato ad una funzione che elabora le agende dei contatti per dare segnalazioni di possibili nuove amicizie. È stato eliminato in 24 ore, troppo tardi però per evitare la dispersione dei dati personali.

Prosegui la lettura…

Google, ultimatum a Microsoft per l’app di Youtube

16 maggio 2013 Commenti chiusi

Google Logo

Una letteraccia legale inviata da Google al quartier generale di Microsoft, per chiedere la rimozione della sua applicazione YouTube dallo store legato al sistema operativo mobile Windows Phone. Il gigante di Redmond sarà dunque costretto all’eliminazione dell’app entro il prossimo mercoledì, inoltre obbligato a disabilitare tutti i download finora completati sui vari dispositivi in mobilità.

Aggiornata poco più di una settimana fa, l’applicazione della popolare piattaforma di video sharing non è piaciuta affatto ai vertici della Grande G, che hanno riscontrato una violazione nelle condizioni di accesso alle API del Tubo. Microsoft avrebbe realizzato la sua app senza il consenso dell’azienda californiana, ovvero implementando specifiche feature per evitare l’apparizione di filmati pubblicitari prima dei video richiesti dagli utenti di Windows Phone.

Prosegui la lettura…

Youtube, ecco i canali a pagamento

10 maggio 2013 Commenti chiusi

Youtube Logo

Come anticipato pochi giorni fa, sono arrivati i primi canali a pagamento di Youtube. Il portale video di proprietà di Google ha coinvolto in questa prima fase di test 30 editori per un totale di 53 canali, nessuno dei quali è visibile dall’Italia. Gli abbonamenti partono da 0,99 dollari al mese e per iniziare a prendere confidenza con la novità gli utenti avranno a disposizione 14 giorni di prova gratuiti. Nelle prossime settimane l’offerta aumenterà, anche se da Google Italia ci fanno sapere che non esistono ancora piani precisi per il nostro Paese.

Il successo dell’iniziativa Oltreoceano e nel resto del mondo dipenderà innazitutto dall’interesse concreto che manifesteranno gli editori di contenuti, chiamati a proporsi direttamente compilando un form online. Mountain View sottolinea di essere venuto incontro proprio alle loro necessità: “Oggi più di un milione di canali genera entrate pubblicitarie su Youtube e una delle richieste più frequenti che ci viene fatta è quella di garantire maggiore flessibilità nella monetizzazione e nella distribuzione. Abbiamo lavorato su questo fronte”, si legge sulla pagina di lancio dell’iniziativa. Il messaggio è chiaro: vi stiamo dando l’opportunità di valorizzare ulteriormente a livello economico i vostri video, coglietela. La palla passerà poi agli utenti e alla loro disponibilità a mettere mano al portafoglio per accedere alle sezioni di un portale che per anni, dal 2005 per la precisione, è stato una bandiera della gratuità in Rete.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: ,

Youtube: pronto il lancio di canali a pagamento

6 maggio 2013 Commenti chiusi

Youtube Logo

Sono pronti al debutto i canali a pagamento di YouTube: secondo le indiscrezioni raccolte dal Financial Times potrebbero arrivare da questa settimana e saranno circa 50. Il quotidiano finanziario inglese segnala che il costo previsto è di 1,99 dollari al mese per ognuno. In questo modo la piattaforma di videosharing affianca un’altra fonte di ricavi per gli utenti, accanto alla pubblicità e al noleggio di film consentito in alcuni Stati all’estero.

YouTube è una cartina di tornasole dell’interesse del pubblico online per i video: ha tagliato il traguardo di 6 miliardi di ore di filmati visti ogni mese. E fin dagli esordi è stato uno spazio di creatività. I primi iscritti condividevano montaggi ironici con imitazioni e animazioni. Poi è diventato un terreno fertile per autori amatoriali: alcuni sono entrati nel passaparola quasi per caso e il contatore di visualizzazioni ha decretato il successo. Poi si sono moltiplicati gli show e i canali progettati per YouTube.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: ,

Youtube raggiunge il miliardo di utenti reali

23 marzo 2013 Commenti chiusi

Youtube Logo

Ci siamo. Un miliardo di persone, ogni mese, si affaccia su YouTube. Per vedere di tutto: dai filmati di gattini domestici ai morti dilaniati della ribellione siriana. Per il portale di video sharing si tratta di un traguardo storico, il marchio di un successo per molti versi impensabile quando nel 2005 avvenne il debutto on line.

Un’altra start up di quegli anni, Facebook, ha superato la stessa soglia 5 mesi fa. Nel 2006 Google acquistò YouTube per 1,76 miliardi dollari: allora il sito aveva circa 50 milioni di utenti in tutto il mondo. Poi, il boom. A fine 2011 gli utenti unici erano 800 milioni, una miniera d’oro per la raccolta pubblicitaria di Google.

In questi anni, l’evoluzione del portale ha seguito la crescita esponenziale della Rete, con l’aumento degli upload su ritmi che hanno messo a dura prova i server di Google, e pur scontrandosi con problemi legati alla privacy e al controllo dei contenuti pubblicati, non ha conosciuto passi falsi. Anzi, il successo planetario ha attirato l’attenzione dei grandi produttori di contenuti: le major del cinema, le case discografiche, le tv. Chi ne resta fuori è perduto.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , ,

Il nuovo “tubo” del founder di YouTube

12 marzo 2013 Commenti chiusi

Youtube Logo

Un rivale inatteso per YouTube, annunciato dal suo stesso fondatore a più di sei anni dalla vendita miliardaria al colosso Google. A colloquio con i gestori della piattaforma di social bookmarking Digg, il co-founder del Tubo Chad Hurley non è però sceso nei dettagli, limitandosi nella descrizione più generica di un sito video-based che offrirà grande flessibilità a tutti coloro che fossero interessati alla creazione e condivisione dei contenuti.

Rispondendo alle numerose domande dei responsabili di Digg, Hurley ha espresso un personale rammarico per l’ormai passata edizione del ciclo di conferenze high-tech South by Southwest. Fosse stata organizzato con un solo mese di ritardo, l’evento avrebbe potuto ospitare l’ex-padre di YouTube per il lancio di una piattaforma che proprio al Tubo lancerà il guanto di sfida nello User Generated Content (UGC).

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: , ,

Video a pagamento su YouTube

30 gennaio 2013 Commenti chiusi

Youtube Logo

Il servizio per il video streaming YouTube è sicuramente uno dei progetti di maggiore successo nella storia della Rete, tanto da essere diventato una delle piattaforme di punta della proprietà (Mountain View); ma il suo difetto peggiore sarebbero sempre state le poche opportunità di monetizzazione.

Per risolvere questo problema, i vertici del gruppo starebbero stringendo delle partnership con alcuni fornitori di contenuti grazie ai quali YouTube dovrebbe distribuire dei video tramite una formula a pagamento; l’idea sarebbe quella di proporre agli utenti un abbonamento mensile.

Prosegui la lettura…

Categorie:News Tag: ,

Google sorpassa Twitter e insidia Facebook

28 gennaio 2013 Commenti chiusi

Google Logo

Due piccioni con una fava, o meglio dire con un’azienda. Secondo l’ultimo rapporto del Global Web Index riferito all’quarto trimestre del 2012, Google ha piazzato due dei suoi prodotti in seconda e terza posizione sul podio virtuale dei più importanti social network. Dietro all’inarrivabile Facebook ci sono adesso Google Plus e YouTube che hanno scalzato Twitter dalla seconda posizione, facendolo scivolare fino alla quarta. Google è risorta dalle ceneri raggiungendo 343 milioni di utenti attivi, il 27% dei totali che fanno social networking, un balzo che solo qualche mese fa sembrava impossibile.

Con i suoi 693 milioni di utenti attivi, Facebook viaggia su altri binari con una crescita stimata del 33%. Chiaramente Google Plus ha solo da migliorare vista la più giovane età e l’assenza di alcune caratteristiche che negli anni hanno fatto la fortuna del re dei social network (non ultime le app per smartphone). Secondo la relazione gli utenti che utilizzano attivamente YouTube sono poco meno di 300 milioni, quanto basta per superare i 288 milioni di Twitter. La piattaforma di microblog però detiene un importante primato: Twitter è infatti il social network che più di altri è cresciuto a livello mondiale tra il secondo trimestre del 2012 e il quarto dello stesso anno. Tradotto in numeri vuol dire +40% di utenti attivi e circa il 90% della popolazione internet mondiale. Come detto la ricerca si basa sul numero di utenti attivi, coloro cioè che su base periodica interagiscono con le piattaforme prese in considerazione.

Prosegui la lettura…

 
Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario